SOLUZIONE AL RUMORE

fonometro con acquisizione adi dati

Possiamo risolvere il problema del rumore proveniente dall’esterno nel vostro ambiente abitativo.

Offriamo servizi acustici professionali a servizio dei cittadini che, diversamente, non potrebbero risolvere il problema del rumore immesso nelle proprie abitazioni .

La misura che eseguiremo avrà lo scopo di verificare che il rumore immesso nella vostra casa non superi i 3dB di notte ed i 5dB di giorno (la Corte di Cassazione, con sentenza 2319 del 1-02-2011, conferma che questi sono i parametri per stabilire se un rumore è illecito).

La misura deve essere eseguita all’interno degli ambienti abitativi a finestre aperte, posizionando il microfono a 1,5 metri dal pavimento e ad almeno un metro dalle superfici riflettenti.

In entrambi i casi, i risultati delle misure devono essere trascritti in un rapporto contenente almeno i seguenti parametri:

  • data, luogo, ora del rilevamento e descrizione delle condizioni meteorologiche, velocità e direzione del vento;
  • descrizione del sito di misura;
  • tempo di misura e periodo di riferimento (diurno o notturno);
  • classe di destinazione d’uso alla quale appartiene il luogo di misura;
  • strumentazione impiegata (marca e modello) e relativo grado di precisione;
  • indicazione della data di verifica dell’ultima taratura della strumentazione;
  • andamento temporale dei livelli sonori e del livello continuo equivalente di pressione sonora (LAeq);
  • diagrammi degli spettri di frequenza dei livelli minimi lineari per ciascuna misura;
  • verifica della presenza di eventuali componenti impulsive, tonali, o del tempo parziale;
  • verifica della presenza di eventuali componenti impulsive, tonali, o del tempo parziale;
  • giudizio conclusivo.

Modalità e criteri tecnici di redazione della documentazione relativa agli interventi di risanamento acustico:

Per quanto riguarda i sistemi di mitigazione e gli interventi di bonifica acustica previsti nell’eventuale piano di risanamento, sarà necessario fornire le seguenti informazioni:

  • le motivazioni tecniche, riferite in particolare alle sorgenti sonore che causano il superamento dei limiti, che hanno portato all’individuazione degli interventi e delle modalità di adeguamento prescelte;
  • la descrizione tecnica dei singoli interventi di bonifica fornendo ogni informazione utile a specificarne le caratteristiche acustiche e ad individuarne le proprietà di riduzione dei livelli sonori. Inoltre, deve essere stimata la riduzione dei livelli sonori presso i recettori per i quali l’intervento di bonifica è stato progettato;
  • l’indicazione del termine temporale entro il quale il titolare o legale rappresentante dell’attività si impegna ad attuare i singoli interventi di risanamento acustico.

Post A Comment